Banner
Antimo Murgia - L'uomo PDF Stampa E-mail
Scritto da Museo del ciclismo   
Venerdì 07 Ottobre 2011 16:57

Antimo una parola per definire l’infinito, la forza, il sacrificio. Con rammarico  dopo che se ne andato,  diamo  il giusto riconoscimento ad un grande uomo, orgoglioso come i miei fratelli di esserne figlio. Ha lavorato nelle viscere della terra a – 500 metri dalla superficie per sfamare la sua grande famiglia (dieci figli), non so come riuscisse a trovare le forze per correre, la notte nei pozzi e di giorno in bicicletta….pazzesco.  Ripercorrendo il tempo  con il racconto di chi ha vissuto con lui queste avventure, sorprende la facilità con cui svolgeva il suo lavoro di minatore e il divertimento di essere ciclista come spesso lui ci ricordava. Questo racconto non viene dalle mie di parole ma da persone che lo hanno conosciuto, stimato e ammirato perché era “un onesto lavoratore e un atleta vincente”.  La famiglia è sempre stata  il fulcro della sua vita sacrificando  le sue ambizioni sportive,  a detta di molti enormi, la natura gli aveva regalato un fisico e un motore super ma non era quello il suo destino. Grazie papà perché ci hai donato questa grande passione per il ciclismo, nessuno di noi è riuscito a ripercorrere nemmeno  in minima parte la tua carriera. Sei il nostro grande “Campione” i tuoi figli

Marcello Marinella Franco Antonio Paolo Patrizia Roberto Angela Stefano Emma

Ultimo aggiornamento Sabato 22 Ottobre 2011 15:12
 
Banner

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra Per informazioni privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information