Banner
Francesco Moser dona la sua rosa al Museo del Ghisallo

Il campione trentino si priva dell’unica maglia che ha custodito, quella del Giro 1984 vinto su Fignon, per farne dono a Fiorenzo Magni, presidente del Museo del Ghisallo, il giorno del Lombardia, sabato 15 ottobre, in occasione dei festeggiamenti per i cinque anni di vita della benemerita istituzione alla quale ha concorso La Gazzetta dello Sport. Da Aldo Moser la consegna della maglia di Francesco.



Milano, 14 ottobre 2011 - Una donazione d’eccezione per un’occasione particolare, sentita e toccante: se ne rende interprete Francesco Moser che sabato 15 ottobre donerà la maglia rosa che più gli sta a cuore per celebrare al meglio il quinto anniversario del Museo del Ghisallo, realizzato con il concorso de La Gazzetta dello Sport  i cui festeggiamenti si apriranno mentre andrà in scena la 105.a edizione del Giro di Lombardia. Alla consegna della maglia nelle mani di Fiorenzo Magni, presidente del Museo, provvederà il fratello maggiore, Aldo, capostipite della dinastia dei Moser, con cui Magni disputò l’ultima corsa della carriera, la più celebre cronometro a coppie, il Trofeo Baracchi. La cerimonia avrà inizio alle 11. Francesco non potrà intervenire in quanto all’estero per lavoro.

L’iniziativa di Moser non è isolata, concorre a progetto di charity - Giro for Ghisallo – un’interessante caccia alla maglia rosa attraverso un blog, un album delle maglie e un account su facebook in doppia lingua, italiano e inglese. Il disegno è quello di creare una Hall of fame del simbolo del Giro d’Italia, cercando una maglia per ogni anno da quando è stata istituita (1931). Per ogni donazione a Giro for Ghisallo di una maglia rosa indossata da un campione di ciclismo, il Giro d’Italia provvede a versare 500 euro nelle casse del Museo del ciclismo Madonna del Ghisallo. In cambio il benefattore vede immortalato il suo gesto in una targa con dedica che accompagna la maglia donata.

La maglia di Francesco Moser integrerà le numerose già raccolte in un anno. Il libro d’oro di Giro for Ghisallo annovera Ivan Basso (Basso, 2010), Paolo Bettini (Bettini, 2005), Andrea Noè (Noè, 2007), Fiorenzo Magni (Magni, 1948, 1951), Giorgio Cimurri (De Filippis, 1957), Pietro Illarietti (Chioccioli, 1991), Piergiovanni Sciascia (Contador, 2008), Stefano Diciatteo (Di Luca 2007), Pierangelo Meroni (nd, 1986), Renzo Zanazzi (Zanazzi 1947), Renato Di Rocco (Contador, 2008), Paolo Savoldelli (Savoldelli, 2006), Alfredo Martini (Petterson, 1971), Aldo Colombo (Simoni, 2001), Pasquale Golia (Menchov, 2009), Moreno Argentin (Argentin, 1993), Luca Fornara (Pasquale Fornara, 1956), Giovanni Visconti (Visconti, 2009), Renzo Bordogna (Casagrande, 2000).

Nell’occasione La Gazzetta dello Sport donerà a Francesco Moser una maglia del Lombardia, per ricordare le sue due vittorie nella classicissima di chiusura.

comunicato stampa

 
Banner

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra Per informazioni privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information